Sole invisibile di giorno, Luna brillante di notte. (Scatta la teoria del complotto)

In questi giorni l’Italia sta sperimentando la prima vera ondata di caldo dell’estate 2024. Quando un’ondata di caldo arriva dall’Africa, spesso porta con sé sabbia e polvere dal deserto del Sahara. Questa polvere può viaggiare per migliaia di chilometri attraverso l’atmosfera e raggiungere l’Italia e altre parti dell’Europa. Quando ciò accade, il cielo può assumere un colore aranciato o giallastro e apparire “sporco”.

Questo fenomeno è causato dalle particelle di sabbia e polvere che riflettono e diffondono la luce solare. Oltre a influenzare l’aspetto del cielo, queste particelle possono anche ridurre la qualità dell’aria e avere impatti sulla salute respiratoria delle persone, soprattutto di coloro che soffrono di problemi respiratori come l’asma.

Ma perchè il sole non si vede di giorno mentre la Luna SI? 
Durante il giorno, la luce solare è estremamente intensa. La polvere sahariana diffonde e assorbe parte di questa luce, creando un effetto di velatura che rende il cielo opaco e il sole meno visibile, con un aspetto aranciato o giallastro.

La luna è molto meno luminosa del sole. Durante la notte, non ci sono altre sorgenti di luce naturale altrettanto intense da competere con la luce della luna. Pertanto, anche se la polvere è presente nell’atmosfera, la sua capacità di diffondere e assorbire la luce lunare è relativamente ridotta. La nostra vista si sofferma quindi su un solo punto luminoso.

Quindi, mentre la polvere sahariana può ridurre la visibilità del sole durante il giorno, di notte la minore intensità della luce diffusa permette alla luna di essere visibile.