Chiama 10 volte il 112 per segnalare la presenza di ladri in casa. I carabinieri scoprono il vero motivo.

Domenica notte, poco dopo la mezzanotte, un uomo ha iniziato a tempestare di telefonate il numero di emergenza 112, riuscendo solo a pronunciare frasi con poco senso e apparendo in uno stato di confusione mentre ripeteva la presenza di ladri in casa. L’operatore della centrale operativa della Compagnia carabinieri di Seregno, dopo aver localizzato la richiesta di aiuto, ha inviato una pattuglia per verificare cosa stesse accadendo.

Una volta giunti all’indirizzo indicato, i carabinieri hanno scoperto che nell’abitazione c’erano solo l’uomo di 34 anni e i suoi genitori anziani, ma non c’era traccia di ladri. Nonostante la presenza dei militari, l’uomo continuava a percepire la presenza di estranei in casa.

Solo dopo che i carabinieri sono riusciti a calmarlo e rassicurarlo, controllando l’intera abitazione, l’uomo ha confessato di aver assunto stupefacenti poco prima delle telefonate¬† al 112. I militari hanno rinvenuto una dose di hashish per uso personale in casa e l’uomo √® stato denunciato per procurato allarme.