Sanremo – Truffa, peculato e falso ideologico e, in un solo caso, ricettazione di armi e di parti rubate di auto e moto. Sono queste le accuse contestate dalla procura di Imperia a sette agenti della squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Sanremo, sei uomini e una donna, tutti indagati a piede libero.

Stando a quanto trapelato, l’indagine della Squadra mobile di Imperia ruota intorno ad episodi molto simili a quelli che anni fa avevano portato il Comune di Sanremo nel tormentone mediatico nazionale, per il caso passato alla storia dei “furbetti del cartellino”. Auto di servizio utilizzate per scopi personali (come fare la spesa al supermercato) e straordinari retribuiti ma mai effettuati.

Massimo riserbo sulla vicenda da parte degli investigatori che si limitano a confermare le accuse mosse nei confronti dei poliziotti del commissariato locale.

PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.