Sono tra i 20 e i 30 i bus andati a fuoco questa notte presso la rimessa Atac di via Prenestina, a Roma. Tra questi alcuni sono andati completamente distrutti, mentre altri sono stati interessati dalle fiamme, ma parzialmente salvi.

Le fiamme sono scoppiate intorno alle 4 del mattino con i vigili del fuoco arrivati sul posto con sei squadre. Sul luogo, ormai illuminato dalla luce del maxi incendio, anche la polizia di Stato e i carabinieri di Tor Sapienza e della Compagnia di Roma Montesacro che indagano. Nessuno sarebbe rimasto ferito o intossicato, e questa è l’unica nota lieta (la più importante), ma la conta dei danni, anche se superficiali, è amara.

Stando ad una prima ricostruzione della dinamica dei fatti, le fiamme sarebbero partite da un autobus guasto. Una ipotesi che, se confermata, ricorda quanto già accaduto nella rimessa Atac di Grottarossa, lo scorso 20 agosto, e il rogo nel deposito di via Candoni nel marzo del 2020. A condurre i rilievi, dopo lo spegnimento dell’incendio avvenuto intorno alle 9:45 del mattino, i carabinieri del Nucleo Investigativo di via In Selci, il compito di indagare invece spetterà ai militari del Nucleo operativo della Compagnia di Montesacro.

 

PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.