Singapore sta testando alcuni robot che pattugliano le strade per evitare “comportamenti indesiderati” da parte degli utenti. I due robot si chiamano Xavier ed hanno una serie di telecamere che conferiscono loro un campo visivo a 360 gradi.

In questa prima fase si soffermeranno principalmente sulla violazione delle normative anti-Covid19: Xavier sarà alla ricerca di persone che fumano in pubblico o che creano assembramenti. I dati acquisiti dalle telecamere saranno inseriti nel software di analisi video basato sull’intelligenza artificiale: “una volta che Xavier rileverà un comportamento scorretto, manderà gli avvisi al centro di comando e controllo” fanno sapere le autorità, mentre gli utenti rimproverati visualizzeranno sul display dei messaggi d’avvertimento.

La sperimentazione appena avviata prevede che per tre settimane del mese di settembre i due veicoli pattuglino il Toa Payoh Central, un grande complesso residenziale e commerciale, dando sostegno alle forze dell’ordine per identificare venditori ambulanti non autorizzati, piccoli assembramenti (le regole anti covid in vigore vietano i gruppi composti da più di quattro persone), biciclette parcheggiate impropriamente, fumatori che non rispettano i divieti e motociclisti che invadono le corsie pedonali.

Robot di questo tipo, ha spiegato un ufficiale della Home Team Science and Technology Agency, Cheng Wee Kiang, sono “altamente versatili e possono essere personalizzati per ampie e diffuse applicazioni in diversi settori e ambienti operativi”.

Condividi
  • 116
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    116
    Shares