Si chiamava Camara Fantamadi e aveva 27 anni. Aveva lavorato per ore nei campi, sotto il sole del sud. Poi all’improvviso il malore, mentre stava tornando a casa. In sella alla sua bicicletta. Si è accasciato sull’asfalto e per lui ogni soccorso è stato inutile.

È accaduto ieri, nel brindisino, dove il termometro ha raggiunto i 40 gradi. Il giovane potrebbe essere morto per un infarto. Sembra che, mentre era al lavoro, avesse accusato dei giramenti di testa al punto da chiedere ad alcuni colleghi di gettargli dell’acqua fresca sul capo. Poi, poco dopo, il malore. E si sta verificando se possa essere legato alla fatica e al forte caldo. Fantamadi, originario del Mali ma residente a Eboli, era arrivato in Puglia da pochi giorni per raggiungere suo fratello e lavorare come bracciante. Una paga di 6 euro all’ora.

La tragedia si è verificata sulla strada che collega il quartiere La Rosa di Brindisi alla frazione di Tuturano. Ad accorgersi del giovane immigrato è stato un automobilista che si è fermato per prestare aiuto. Ma il ragazzo era già a terra, privo di sensi. A quel punto l’arrivo dei soccorritori del 118, ma ogni tentativo di rianimarlo è stato vano. Sul posto anche gli agenti della polizia locale, mentre il pubblico ministero ha disposto la consegna della salma alla famiglia per l’ultimo saluto. In corso una colletta per riportarlo nel suo paese d’origine.

SOURCElastampa.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.