A parlare è Pasquale Alessandro Griesi, poliziotto brianzolo, segretario provinciale di Milano della Federazione Sindacale della Polizia di Stato. Ed è proprio nelle vesti di rappresentante dei lavoratori, oltre che di quella di poliziotto che ogni giorno lavora in mezzo alla strada.

abbiamo bisogno dei taser se prima non cambiate le regole di ingaggio, se prima non cambiate la legge sulla legittima difesa, se non cambiate la libera interpretazione nelle aule dei Tribunali. Altrimenti noi poliziotti non solo saremo obbligati a difenderci in strada, ma anche nelle aule della giustizia”.

Il problema, per Griesi, non è tanto l’arma data in dotazione, ma la possibilità per l’agente di poter lavorare in totale sicurezza. “Facile parlare quando non si è direttamente coinvolti – spiega Griesi a MonzaToday –. Quando si sta dietro a un computer ad analizzare i fotogrammi di un video”.

La vita dei poliziotti in mezzo alla strada è ben diversa. “Avete mai lavorato con i balordi? – prosegue Griesi –. Con chi non ha nulla da perdere, con chi è strafatto, con chi non riconosce l’autorità?”.

Griesi ricorda i numerosi casi di colleghi che sono finiti sotto processo per essere intervenuti in situazioni simili a quelle accadute lo scorso 19 giugno a Roma. “Il poliziotto viene indagato e si apre un procedimento – spiega –. Un atto dovuto che però cambia radicalmente la vita dell’agente. Lo attenderanno mesi, ma anche anni, di carte bollate e processi. Di soldi da sborsare per pagarsi di tasca propria l’avvocato.

SOURCEmonzatoday.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.