Finirà in Tribunale il braccio di ferro tra un ragazzo di 17 anni che vuole vaccinarsi e i genitori no-vax che non danno il loro consenso. Il ragazzo fiorentino, supportato dall’Ami (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani) – ha avviato una causa per potersi vaccinare contro il virus Sars-CoV-2. I genitori, secondo quanto riportato da Repubblica, erano contrari alla vaccinazione del ragazzo, che ne ha parlato con i compagni di scuola e gli insegnanti.

Così proprio su segnalazione della scuola la vicenda è stata comunicata ai servizi sociali che si sono rivolti all’Ami, associazione che si occupa della tutela delle persone, dei minorenni e della famiglia. Pur non essendo vicino alla soglia della maggiore età, il giovane ritiene di essere libero di scegliere, ed è così che si rende necessario l’intervento di un avvocato.

Quello del diciassettenne fiorentino non è l’unico caso in Toscana. A dirlo è il presidente Ami Toscana, Gianni Baldini: «Ci sono episodi in cui entrambi i genitori sono contrari, ma si configura anche la situazione per cui il minore, figlio di separati o divorziati, ottiene il consenso dall’uno e il parere contrario dall’altro».

PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.