Tutto è accaduto nel tardo pomeriggio di ieri e si è consumato in pochi minuti. Circa dieci migranti sono riusciti ad oltrepassare le inferriate della struttura precipitandosi sulla Strada Statale 115 e da lì verso le zone di campagna per sottrarsi alla possibilità di essere fermati e riportati indietro.

Contrariamente alle loro aspettative, un poliziotto del Reparto Mobile, aggregato proprio per l’emergenza immigrazione alla questura di Agrigento, ha cercato di fermarli ma è stato aggredito e strattonato per terra riportando delle ferite alla testa e alla spalla. Rimasto bloccato dai traumi riportati, l’agente è stato soccorso dai mezzi del 118 e trasferito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. Per lui il personale medico ha diagnosticato un trauma cranico. Fortunatamente le sue condizioni non sono ritenute gravi.

Ed in merito a quanto successo ieri sera a Siculiana è intervenuto il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese esprimendo solidarietà al poliziotto rimasto ferito: “Esprimo la vicinanza e la solidarietà al poliziotto rimasto ferito ieri sera durante la fuga di alcuni migranti dal centro di accoglienza di Siculiana ad Agrigento. Grazie a tutte le Forze di polizia – ha aggiunto la titolare del Viminale – che, con grande dedizione e professionalità, stanno svolgendo l’attività di controllo del territorio e di vigilanza nelle strutture di accoglienza dei migranti anche a tutela della salute pubblica, offrendo un indispensabile contributo nella complessa e delicata gestione del fenomeno migratorio, aggravato dalla crisi pandemica”.

Condividi
  • 962
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    962
    Shares
SOURCEilgiornale.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.