Sarà la polizia di Stato a ricostruire nel dettaglio cosa sia successo al seggio delle scuole Carducci durante le operazioni di voto di domenica e dopo una presunta irregolarità che ha avuto come protagonista una donna, entrata con il proprio telefono nella cabina elettorale: a presentare formale denuncia è stato il candidato sindaco Franco Brumana, spalleggiato dal candidato sindaco M5S, Simone Rigamonti, e dal candidato consigliere Federico Zuccarino, Legnano Cambia, tutti e tre avvocati.

Secondo la ricostruzione fornita da Brumana e che avrebbe all’origine quanto verificato come testimoni dai rappresentanti al seggio di altre liste, una donna sarebbe stata notata mentre chiedeva al telefono al suo interlocutore indicazioni per il voto, prendendo poi accordi per inviare una foto delle operazioni elettorali.

Sempre secondo la ricostruzione, il voto avrebbe riguardato Fratelli d’Italia. («Ok Fratelli d’Italia come faccio per votare? Ok, voto, faccio la foto della scheda e ve la mando» sarebbe stata la frase pronunciata). Secondo la denuncia, alcuni rappresentanti di lista di Fratelli d’Italia avrebbero avvicinato la donna mostrando la spilletta del partito per fornire l’indicazione di voto. Sempre secondo la denuncia, l’elettrice sarebbe anche stata autorizzata a portare il telefono cellulare nella cabina elettorale e da quella cabina avrebbe effettuato una chiamata.

Condividi
  • 106
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    106
    Shares
SOURCEilgiorno.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.