Se il processo dovesse realmente iniziare, i rischi per il leader della Lega sono anche politici. Perché, con una condanna superiore ai due anni – come può capitare con il reato di sequestro di persona, con minori coinvolti, punito fino a 15 anni – Salvini si troverebbe costretto ad affrontare la decadenza da senatore, oppure l’impossibilità di ricandidarsi. E ricordiamo che Salvini, oltre il caso Open Arms, ha sulle spalle il caso Gregoretti, per il quale il Senato ha già dato l’autorizzazione al processo con udienza preliminare fissata per il prossimo 3 ottobre.

La norma dietro tutto questo è la legge Severino del 2012, che prevede una condizione imprescindibile per candidarsi: avere una fedina penale pulita, senza condanne che superino i due anni di pena.

Secondo il tribunale dei ministri, l’ex ministro dell’Interno avrebbe agito in autonomia, in contrasto con il presidente del consiglio Giuseppe Conte, “sin da quando, apprendendo dell’intervento di soccorso posto in essere in zona Sar libica dalla Open Arms, coerentemente con la politica inaugurata all’inizio del 2019, adottava nei confronti di Open Arms, d’intesa con i ministri della difesa e delle infrastrutture e dei trasporti, il decreto interdittivo dell’ingresso o del transito in acque territoriali italiane, qualificando l’evento come episodio di immigrazione clandestina”.

I giudici allegano alla richiesta di autorizzazione un carteggio tra Conte e Salvini, mostrando che il presidente del consiglio “il 16 agosto rispondeva a una missiva del ministro Salvini, ribadendo con forza la necessità di autorizzare lo sbarco immediato dei minori presenti a bordo della Open Arms, anche alla luce della presenza della nave al limite delle acque territoriali (in effetti vi aveva già fatto ingresso) e potendo, dunque, configurare l’eventuale rifiuto un’ipotesi di illegittimo respingimento aggiungeva di aver già ricevuto conferma dalla Commissione europea della disponibilità di una pluralità di stati a condividere gli oneri dell’ospitalità dei migranti della Open Arms, indipendentemente dalla loro età”.

Condividi
  • 140
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    140
    Shares
SOURCEtpi.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.