Un 39enne italiano, probabilmente con problemi psichici, ha aggredito e sbalzato dalla sua postazione il conducente di un tram a Milano, mettendosi alla guida del mezzo e proseguendo la marcia per alcuni metri.

È accaduto venerdì alle 12.30 circa, in via dei Missaglia, al capolinea Gratosoglio del tram numero 3. L’uomo è riuscito a percorrere pochissimi metri, dopo di che è stata tolta l’alimentazione e il mezzo si è fermato.

A bordo del mezzo un paio di passeggeri che, vista la colluttazione con il manovratore, sono scesi immediatamente e hanno dato l’allarme. Sul posto sono intervenuti un equipaggio della sottosezione della polizia stradale di Milano Ovest e una pattuglia dei carabinieri in transito, che hanno bloccato il 39enne e l’hanno portato all’ospedale Niguarda per una valutazione psichiatrica.

La polizia stradale di Milano Ovest era già sulle tracce dell’uomo fin dalla mattina, perché alle 9 aveva spinto la madre 64enne fuori dall’auto in autostrada, sulla A7, all’altezza dell’uscita Binasco. Lei guidava ed era scoppiata una lite per futili motivi. Il figlio l’ha strattonata, costretta ad accostare e spinta fuori con violenza, allontanandosi poi a bordo dell’auto e facendo perdere le proprie tracce. Gli agenti hanno così iniziato le ricerche dell’uomo. Prima hanno trovato la macchina, in via Gutenberg, aperta, con le chiavi inserite e il motore acceso. Poco dopo, lo hanno localizzato tramite il suo cellulare in via dei Missaglia, dove sono intervenuti.

Condividi
  • 167
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    167
    Shares
SOURCEilcorriere.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.