A una settimana dalla foto con il pollice alzato postata su Twitter in segno di vittoria contro il coronavirus, c’è poco da festeggiare per Bolsonaro.

Il presidente brasiliano in diretta sui social network ha reso noto che sta assumendo antibiotici per un’infezione. Nessun tono drammatico: nel suo intervento Bolsonaro ha scherzato sul fatto di avere «muffa» nei polmoni «dopo 20 giorni al chiuso». «Ho appena fatto un esame del sangue. Ieri mi sentivo un po’ debole. Hanno anche trovato un po’ di infezione. Ora sto assumendo antibiotici», ha spiegato, senza fornire ulteriori dettagli.

Il virus galoppa anche nel suo entourage più stretto: nel giro di poche ore sono risultati positivi sua moglie e pure un suo ministro, segnale tangibile di un’epidemia che corre veloce e su ampia scala in questo Paese: con oltre 91mila morti, 70 mila nuovi contagiati e un totale di oltre 2,6 milioni di casi, il Brasile è dietro soltanto agli Usa. Una beffa per il presidente di estrema destra a lungo negazionista, che aveva generato enormi polemiche per aver ripetutamente infranto le misure di lockdown e che anche dopo essere stato contagiato ha continuato a minimizzare la gravità del Covid, insistendo che le restrizioni alle imprese sarebbero state più dannose della malattia.

Condividi
  • 42
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    42
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.