Con lo scoppio della pandemia del coronavirus, la vendita di carne di cane e gatto in Vietnam e Cambogia è aumentata drasticamente.

Il motivo di questo trend di crescita è, come al solito, legato alla Medicina Tradizionale Cinese che da sempre attribuisce alla carne di cani e gatti proprietà che “riscalderebbero” il corpo umano contrastando virus come quello dell’influenza.

Di lì l’associazione mentale da parte anche di alcuni medici ospedalieri che ai pazienti hanno dato la raccomandazione di consumare quella carne non solo per proteggerli dal freddo, ma anche per guarire più rapidamente da un intervento chirurgico.

Esperti e animalisti sono tornati a denunciare non solo le crudeltà che vengono inflitte a cani e gatti, ma ricordano soprattutto che le condizioni in cui vengono tenuti sono un’ottima opportunità per virus e infezioni per prosperare e diffondersi. Il tutto senza che vi sia alcuna prova sugli effettivi benefici sulla salute di questo tipo di consumo.

SOURCElastampa.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.