FOGGIA – Un brigadiere capo dei carabinieri, positivo al Coronavirus, è morto la scorsa notte al Policlinico Riuniti di Foggia dove era ricoverato dal 25 marzo.

Il militare aveva 57 anni, era originario di San Severo e prestava servizio nella Compagnia di Lucera. «Chi lo conosceva lo apprezzava per la sua gentilezza e disponibilità verso tutti», scrive su Facebook il sindaco di Lucera, Antonio Tutolo.

I colleghi dell’Arma lo ricordano come «un militare di gran cuore che amava il suo lavoro. Un uomo dalla profonda educazione, sempre disponibile con gli altri».

PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.