VICENZA – Sono in lieve miglioramento le condizioni dell’agente di Polizia penitenziaria in servizio presso la casa circondariale San Pio X di Vicenza risultato positivo al virus Covid-19 e ricoverato nel reparto di rianimazione del San Bortolo (è uno dei cinque degenti che si trovano in terapia intensiva.

Non è stato invece ritenuto necessario sottoporre a isolamento sanitario il poliziotto penitenziario che opera nella stessa stanza dell’agente contagiato «poiché quest’ultimo – precisa il Ministero – aveva usufruito di congedo ordinario dall’8 al 18 febbraio e il suo compagno di camera, a sua volta, dal 19: dall’unica notte passata nello stesso locale sono già decorsi senza complicazioni i 14 giorni previsti dalla quarantena, scaduti il 3 marzo».

Non si rilevano al momento casi di sospetto contagio fra i detenuti dell’istituto vicentino.

SOURCEansa.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.