L’evento non è ancora certo, ma inizia a delinearsi meglio con il passare delle ore.

Prima che ciò accada ci aspettano altre due giornate (giovedi 19 e sabato 20 marzo) all’insegna del bel tempo da nord a sud, accompagnato tra l’altro da temperature molto miti di giorno.

La situazione inizierà lentamente a cambiare durante il fine settimana. Sabato 21 marzo, la nostra Penisola potrebbe trovarsi nella traiattoria delle correnti fredde direttamente dalla Russia.
In altre parole, temperature in forte calo e possibilità di avere precipitazioni anche nevose a bassa quota su alcune aree dello Stivale, in particolare sul versante adriatico, con rischio di neve a bassa quota. Instabile anche sul resto d’Italia con temperature in forte calo.

Impatto sanitario: un recente studio cinese dei primi di marzo intitolato “High Temperature and High Humidity Reduce the Transmission of COVID-19 ” ci dice che le elevate temperature e gli alti tassi di umidità relativa ridurrebbero in modo abbastanza significativo il rate di contagio/trasmissione del Coronavirus. Per contro, quindi, aria fredda e secca, oltre a rendere più vulnerabile il nostro sistema immunitario, nulla osterebbe alla diffusione del virus.

“Freddo e sbalzi termici purtroppo sono alleati dei virus, anche di quello che causa Covid-19. Il clima di questi giorni alimenta la coda della stagione influenzale e, anche se il nuovo coronavirus sembra diffondersi comunque con facilità, il freddo e gli sbalzi termici sono in realtà alleati di tutti i virus”.

Condividi
  • 1.3K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1.3K
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.