Non bastava il timore per il Covid-19, da qualche ora sta circolando sui social la notizia di un nuovo virus dalla Cina, con un tasso di mortalità pari al 38%.

Facciamo chiarezza:
Innanzitutto va precisato che non si tratta di un nuovo VIRUS. «L’ #hantavirus è emerso per la prima volta negli anni ’50 nella guerra americano-coreana in Corea (fiume Hantan).

Quali sono i sintomi?
L’ #hantavirus può causare gravi infezioni ai polmoni (con tosse e respiro affannoso) o ai reni (con eruzione, dolore addominale e talvolta insufficienza renale).

Come si trasmette?
Si diffonde da topi / ratti se gli esseri umani vengono in contatto con i loro fluidi corporei. La trasmissione uomo-uomo è rara.
Il contagio non avviene attraverso il sistema respiratorio ma tramite le secrezioni corporee (vomito, urina, feci) e il sangue. Non c’è quindi un pericolo immediato di un’epidemia di hantavirus e soprattutto di una sua diffusione su scala globale.

A tal proposito riportiamo un teweet della scienziata svedese Sumaiya Shaikh:
Per favore, non fatevi prendere dal panico, a meno che voi non abbiate intenzione di mangiare ratti.

Condividi
  • 662
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    662
    Shares
Adelio Gentile
Webmaster - Blogger - Web Editor. Esperto CMS Open Source Word Press, Joomla, SEO Manager Search Engine Optimization e Search Engine Marketing. E-mail: info.topscreen@gmail.com