L’Arma dei Carabinieri piange altri due militari deceduti, nella notte, a causa del Coronavirus. Si tratta del Luogotenente Mario D’Orfeo di 55 anni, Comandante della Stazione di Villanova d’Asti e del maresciallo Fabrizio Gelmini, di 58 anni della Stazione di Pisogne, in provincia di Brescia.

In un comunicato, viene spiegato che il decesso di entrambi è legato “a causa delle complicanze di polmoniti da coronavirus” e che “il maresciallo Gelmini lascia una moglie e due figli di 22 e 18 anni”. “Entrambi impiegati presso stazioni carabinieri – si legge nella nota – hanno dedicato la propria vita al dovere, alle istituzioni e soprattutto ai cittadini e alle comunità su cui erano chiamati a vigilare.

Il luogotenente D’Orfeo è stato impiegato alcuni anni a Palermo, sia come addetto a stazione che presso il nucleo radiomobile, successivamente, presso la Scuola Allievi Carabinieri di Fossano (CN), come istruttore e dal 2015 aveva assunto il comando della Stazione di Villanova d’Asti. Il maresciallo Gelmini, prima come carabiniere e successivamente come sottufficiale, è sempre stato impiegato presso stazioni carabinieri. A quella di Pisogne era giunto nel 1994. Il Comandante Generale e tutta l’Arma si stringono compatti intorno al dolore delle famiglie dei militari”.

Condividi
  • 14.8K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14.8K
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.