Con il Coronavirus aumentano i casi di cani avvelenati. Ed ecco che la Lega per i diritti degli animali scende in campo per salvaguardare i nostri amici a 4 zampre con un protocollo. Il suo nome è “IREBA 19”, contenente un protocollo tecnico/pratico che permette ai proprietari di cani di apprendere in maniera semplice, le tecniche di “indifferenza e rifiuto alle esche e bocconi avvelenati”.

A proporlo è Ivan Schmidt che per combattere questa mafia delle esche e bocconi avvelenati assieme al Ministero è stata emessa un’ordinanza “sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati”. Ma bisogna puntare sulla prevenzione: così nasce l’idea del progetto “IREBA 19”

Schmidt aggiunge poi: «Abbiamo chiesto al Ministro della Salute Italiano ed al Presidente del Parlamento Europeo Ministro David Sassoli – una volta terminata che sarà l’emergenza Covid -19, un incontro per presentare IREBA-19, in particolare per la messa a punto di un protocollo unico nazionale sull’indifferenza e rifiuto alle esche e bocconi avvelenati e di una linea guida nazionale sul tema che andrebbe aggiunta all’ordinanza contingentale del 2013 e alla Legislazione in materia».

SOURCElagazzettadelmezzogiorno.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.