E’ bufera sullo spot di ‘Groland Le Zapoi’ del 29 febbraio, in cui gli autori della storica trasmissione satirica francese di Canal+ scherzano sulla diffusione del coronavirus in Italia: nello sketch un pizzaiolo tossisce e sputa mentre prepara una pizza, che diventa una ‘Pizza Corona’. “L’Ambasciata di Francia in Italia – riferiscono fonti diplomatiche francesi – si dissocia totalmente dalla satira comparsa nella trasmissione di un canale televisivo privato francese che non corrisponde in alcun modo al sentimento delle autorità e del popolo francesi.

La Francia esprime la propria solidarietà all’Italia di fronte all’emergenza legata al coronavirus”. Poi il gruppo televisivo francese si scusa.

“Comprendiamo il dolore e la rabbia degli italiani”. Canalplus ha inviato “le sue scuse più sincere” per il video sulla pizza e il coronavirus in una lettera indirizzata all’ambasciatore italiano a Parigi, Teresa Castaldo.

Il video “voleva essere satirico, ma non lo è. Ed è ancor più inappropriato nell’attuale contesto di pandemia”, si legge nella lettera firmata da Maxime Saada, presidente del direttorio del gruppo Canalplus. Il video, sottolinea, è stato “immediatamente rimosso dall’insieme dei nostri media”. “Vogliamo porgere le scuse più sincere all’Italia, agli italiani, alla comunità italiana in Francia e a tutti quelli offesi”, dal video. Il caso è legato ad una clip andata in onda nella trasmissione satirica Groland del 28 febbraio.

Condividi
  • 252
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    252
    Shares
SOURCEadnkronos.com
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.