Dalla Libia sarebbero in partenza “decine di migliaia di migranti”, un’ondata che potrebbe portare al “rischio di catastrofe umanitaria”. L’allarme è lanciato da Matteo Salvini, che sostiene di aver ricevuto “notizie allarmanti”, in “via riservata”, in quanto ex ministro dell’Interno.

Dopo la diretta facebook l’ex ministro è stato subito criticato dal partito Pd e Leu.

“Noi vorremmo sapere, visto che il senatore Salvini è un ex ministro dell’Interno, quali siano le fonti riservate di cui lui dispone e che evidentemente non dispongono tutti gli altri parlamentari per poter addirittura lanciare allarme di queste proporzioni e di questa entità”, Enrico Borghi, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, intervenendo in Aula alla fine della seduta mattutina. “Perché, diversamente, se così non fosse, ci troveremmo nel campo del procurato allarme”.

“Salvini riceve notizie in via riservata sulla Libia? E da chi? Se fosse vero sarebbe gravissimo e andrebbe accertata non solo la fonte ma anche la veridicità di queste affermazioni”, gli fa eco Erasmo Palazzotto di Leu, componente della commissione Esteri di Montecitorio.

Condividi
  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    25
    Shares
SOURCEagi.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.