Non è una rissa. L’obiettivo della folla è un reparto mobile della polizia: cinque agenti indietreggiando, alzano gli scudi, si difendono ma senza contrattaccare. Esplodono petardi. La gente in strada osserva, qualcuno fa un video. Nessuno interviene. I più scalmanati sono cinque o sei ragazzini, uno di loro è armato con un lungo bastone. Lanciano oggetti, forse sassi, in direzione dei poliziotti. Poi intonano un canto: “Un solo grido, un solo allarme, sbirro in fiamme”. I presenti ridono.

Tutto si svolge nella sera tra venerdì e sabato, la notte conosciuta a Napoli come la serata dei “fucarizzi ‘e Sant’Antuono”. Si tratta di una antica usanza molto sentita in Campania in cui i cittadini accendono numerosi falò lungo le strade in onore del santo protettore degli animali. Doveva essere solo il modo per onorare il pio eremita, e invece nel quartiere che porta il suo nome la serata si è trasformata nell’occasione per una vera e propria caccia al poliziotto.

Gli agenti e i pompieri vengono dispiegati dalle autorità per evitare che i roghi si trasformino in incendi per tutta la città. La violenza contro le forze dell’ordine è inaudita, perché chi ci attacca vive nell’impunità totale – commenta Cecchini – I poliziotti che vengono messi in fuga da dei bambini è una scena pietosa. In nessun Paese democratico succederebbe”.

VIDEO: ILGIORNALE.IT

Condividi
  • 382
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    382
    Shares
SOURCEILGIORNALE.IT
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.