Un team di scienziati del ‘Peter Doherty Institute for Infection and Immunity’ di Melbourne ha annunciato di avere ricreato per la prima volta in laboratorio, fuori dalla Cina, il nuovo coronavirus responsabile dell’epidemia di casi che sta spaventando il mondo. I ricercatori australiani l’hanno definita “una svolta significativa”.

La scoperta sarà ora condivisa con l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nella speranza che possa aiutare chi sta lavorando a diagnosticare e combattere il virus.

“Ci siamo preparati a un evento come quello accaduto in Cina per molti, molti anni, ed è proprio per questo che siamo riusciti a ottenere una risposta così in fretta” ha affermato Mike Catton del ‘Peter Doherty Institute for Infection and Immunity’, citato dalla Bbc online.

Secondo gli scienziati, disporre di una copia del virus significa “poter avere un materiale di controllo” per “un test diagnostico precoce in grado di rilevare il virus nelle persone che non hanno mostrato sintomi”. Il virus ‘copia’, conclude Cotton, “aiuterà anche nella valutazione dell’efficacia dei vaccini di prova che si stanno mettendo a punto”.

Condividi
  • 200
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    200
    Shares
SOURCEadnkronos.com
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.