Un medico di Wuhan è morto di polmonite presa in corsia. Era il dottor Liang Wudong, aveva 62 anni «ed era in prima linea nella lotta al virus», dice la stampa cinese. I media riportano anche la scomparsa di un secondo dottore, il 51enne Jiang Jijun specializzato in malattie infettive, morto per un improvviso arresto cardiaco mentre si stava recando in ospedale. I suoi colleghi hanno detto che era esausto perché da giorni impegnato a combattere il virus.

Intorno allo sforzo e al sacrificio del personale ospedaliero si sta coagulando il clima di mobilitazione di massa e battaglia ordinato da Pechino. L’agenzia Xinhua ha lanciato una foto di medici di Wuhan allineati in camice, maschera protettiva e bandiera rossa con la scritta «Squadra d’assalto» anti-virus. Ma in rete ci sono alcuni video di infermiere in lacrime, in piena crisi di nervi.

La comunità scientifica, i virologi e gli epidemiologi cinesi e del mondo stanno cercando di capire come sia partito il nuovo virus. Il «paziente zero», identificato l’8 dicembre a Wuhan, era stato al mercato del pesce, frutti di mare, pollame e animali selvatici vivi e morti, più o meno appetibili ed esotici. Anche gli altri contagiati delle prime settimane avevano frequentato quel mercato. Ci si era illusi che il virus non fosse capace di passare da uomo a uomo, ma solo da animale (quale non si sa ancora) a uomo. Invece non è così, il virus è mutato. Quale sia stata la specie animale «killer» ancora non è certo, anche se uno studio ha ipotizzato un serpente, la cui carne si mangia. Ma sono indiziati anche tassi e topi, pipistrelli, zibetti e marmotte.

Sono i mercati all’aperto, tipici della cultura asiatica, dove gli animali vengono macellati direttamente (spesso senza essere congelati) e, come riportato dal Guardian, potrebbero essere la fonte dell’epidemia del virus cinese partito dalla città di Wuhan, che è già costato la vita a 41 persone. Ma secondo quanto riportato da Libero, il fatto che l’epidemia sia partita dall’Asia, e in particolare dalla Cina, non sembrerebbe essere un caso.

Condividi
  • 205
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    205
    Shares
SOURCEilcorriere.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.