La piazza di Bibbiano ai candidati alle elezioni regionali, e dunque a Matteo Salvini a sostegno di Lucia Borgonzoni in corsa per il centrodestra in Emilia-Romagna. Lo ha deciso il questore di Reggio Emilia, chiedendo alle Sardine di rinunciare alla prenotazione dell’area prevista per il 23 gennaio.

A queste ultime, grazie alla rapida richiesta dell’attivista Yourness Warhou, sarebbe dovuta spettare la titolarità di occupazione del suolo pubblico. Ma il flash mob anti-sovranista delle Sardine, a tre giorni dal voto, come ha riferito il Fatto quotidiano sarebbe stato bloccato, con la richiesta ai responsabili del movimento di cambiare data. Su Bibbiano, al centro dell’inchiesta «Angeli e demoni» sui presunti affidi illeciti di minori e additata dal centrodestra come simbolo anti-Pd poiché nell’indagine è stato coinvolto collateralmente il sindaco dem del paese, le Sardine non intenderebbero mollare la presa.

Il leader Mattia Santori ha detto: «Noi vogliamo difendere la dignità di un paese composto da gente vera. Tra di noi c’eravamo detti di evitare la “trappola di Bibbiano”, ma sono stati i cittadini della Val D’Enza a chiamarci e a chiederci di fare qualcosa».

Condividi
  • 427
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    427
    Shares
SOURCEansa.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.