I reattori 2, 3 e 4 della centrale nucleare di Cruas-Meysse, nell’Ardeche — zona del sud della Francia — saranno «momentaneamente fermati» per controlli dopo il forte terremoto di lunedì mattina. La scossa di magnitudo 5.4 ha avuto come epicentro una zona a sud di Montelimar — nella Drome — ma è stata avvertita fino a Montpellier e Lione.

L’ASN, Autorità francese per la sicurezza nucleare, ha assicurato che il terremoto «non ha provocato alcun danno apparente» ai siti nucleari ma che EDF deve calcolare «l’impatto» preciso.

Dei 4 feriti, tre hanno subito le conseguenze di una «crisi di panico», mentre una ha riportato gravi conseguenze per il crollo di un’impalcatura. Olivier Peverelli, il sindaco di Teil, paese vicino a Montelimar, la città dove il terremoto è stato avvertito con maggior forza, ha detto che due campanili «stanno per cadere» e l’ultimo piano del Comune è inaccessibile a causa della caduta dei soffitti. Ha annunciato di aver aperto tre palestre per ospitare fra le 400 e le 500 persone che, nel timore di crolli, non vogliono trascorrere la notte in casa.

Condividi
  • 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    79
    Shares
SOURCErepubblica.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.