Uccise un 18enne a colpi di mazza da baseball e con un una pietra, finendolo poi con un colpo di tacco alla testa. Ed era per questo una delle latitanti più pericolose d’Europa, ma la sua corsa è finita in Italia.

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno localizzato e arrestato a Scafati (Salerno) Anca Maria Murg, 30enne di origine romena. Era tra i latitanti più ricercati in ambito europeo. Sfuggiva dal 2010 da un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità romene per una sentenza definitiva del Tribunale di Hunedoara (Romania) che la condannò a 20 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato in concorso.

Nella notte del 16 settembre 2007, in una discoteca della località montana di Tampa (nei pressi di Brasov, Carpazi orientali), la donna discusse con un 18enne. Ben presto però il litigio sfociò in qualcosa di infinitamente peggiore. Lei lo colpì con calci e pugni, poi con una mazza da baseball e con un masso. Gli inflisse il colpo fatale calpestandogli il capo con il tacco della scarpa. Il ragazzo morì in ospedale due giorni dopo. La donna è stata catturata dopo una lunga attività investigativa anche in collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale. Ora è in carcere in attesa dell’estradizione

SOURCEilcorriere.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.