Anche se non è mai arrivato a trasformarsi in un uragano mediterraneo, il ciclone giunto sull’Italia nella giornata di lunedì ha messo in ginocchio il nostro paese, i fenomeni meteorologici che si sono verificati nelle regioni intorno al suo minimo, sono stati davvero molto violenti. Soprattutto lungo le coste. In Sicilia, a Licata, ma anche in altre località della costa sud orientale il mare in tempesta ha raggiunto strade e abitazioni sulla spinta di venti molto forti che da Capo Carbonara in Sardegna a Vieste sul Gargano, hanno raggiunto e superato i 100 chilometri all’ora.

Lo stesso anche lungo le coste ioniche della Basilicata, a Metaponto dove le onde del mare in tempesta hanno completamente mangiato la grande spiaggia ed eroso la linea di costa per tutto il pomeriggio. La perturbazione non ha esaurito la sua forza ma ha continuato a produrre instabilità anche nelle ore immediatamente successive andando a rafforzare i venti di scirocco sull’Adriatico che poi hanno causato l’onda di marea eccezionale che ieri sera ha allagato Venezia e gran parte della costa settentrionale adriatica.

Ora l’attenzione si sposta al prossimo fine settimana. Nei prossimi giorni in particolare, domenica prossima esiste la possibilità che possano esserci condizioni favorevoli allo sviluppo di un nuovo CICLONE.

Da Giovedì un nuovo ciclone sulla vicina Francia inizierà ad influenzare il Nord Ovest e la Sardegna con piogge abbondanti o molto abbondanti. Il maltempo non lascerà l’Italia nemmeno nel weekend quando un altro vortice ciclonico dall’Africa salirà velocemente verso la Sardegna e quindi il mar Tirreno perpetrando l’ennesima fase di maltempo. Insomma, da giovedì sera tutta Italia sarà di nuovo alle prese con i nubifragi per molti giorni.

Giovedì fiocchi bianchi “a tratti fino in collina la sera/notte sul Piemonte”, ma potrebbe addirittura fare la loro comparsa su Cuneo e Torino.

PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.