“In questo momento di dolore, dobbiamo scegliere l’amore di Gesù, l’unico che ci può dare la forza di non essere travolti dal male, dalla disperazione, dall’amarezza”. E’ un passaggio dell’omelia di monsignor Guido Gallese, vescovo di Alessandria, per i funerali dei tre vigili del fuoco morti nell’esplosione di Quargnento.

“Di fronte a ogni stortura di questo mondo e di questa vita, la nostra forza sta nel non farci contaminare dal male, dalla zizzania”, prosegue monsignor Gallese, che invoca poi la protezione della Madonna delle Salve, protettrice di Alessandria, sui famigliari e sui colleghi delle tre vittime. “Vogliamo rivolgerci a Lei – spiega rivolgendo alla statua della Madonna – perché è l’unica che può consolarci”.

Una folla numerosa ai funerali. Tante le autorità. Da Conte a Lamorgese
Una folla commossa si è radunata ad Alessandria per dare l’ultimo saluto ad Antonio Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, i tre vigili del fuoco morti nello scoppio della cascina di Quargnento (Alessandria), nella notte tra lunedì e martedì.

Le autoscale dei pompieri sulle quali sono stati collocati i tre feretri hanno lasciato la camera ardente allestita al comando provinciale dei Vigili del Fuoco, dirette alla cattedrale dei Santi Pietro e Marco. Sono state suonate le sirene, applausi al passaggio dei feretri. I feretri sono stati portati a spalle dai colleghi nell’ultimo tratto fino alla chiesa.

Condividi
  • 2.7K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2.7K
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.