È morto ad appena 27 anni, stroncato da un tumore: Andrei Tatar combatteva da qualche anno contro una diagnosi sbagliata, una storia terribile di un ragazzo dalla Romania, suo Paese di origine, era stato addirittura ricoverato in una struttura per malattie mentali, pensando che il suo disturbo fosse un problema di tipo psichiatrico.

Andrei aveva invece una metastasi al cervello: la sua storia ha commosso tutto Cinto Caomaggiore, dopo che è morto nel reparto di Oncologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste, a causa appunto di un male che in Romania non gli era stato diagnosticato.

Martedì Andrei è morto: sua madre, che vive a Settimo dove lavora come badante e donna delle pulizie, è in forti difficoltà economiche e non aveva abbastanza denaro per poterne pagare i funerali. Così il parroco, don Carlo Conforto, alcuni amici di famiglia e l’Amministrazione comunale hanno fatto scattare una gara di solidarietà per coprire le spese.

SOURCEilmessaggero.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.