L’agente si è trovato di fronte un uomo che impugnava due coltelli, ma la fondina della sua pistola si è rotta e l’arma è caduta a terra. Poi il poliziotto se l’è cavata utilizzando il manganello. Ma l’episodio, secondo il Sindacato autonomo di polizia, mette in evidenza la drammatica condizione delle attrezzature a disposizione della Polizia,.

“Ennesima tragedia sfiorata ieri a Forte dei Marmi, un collega si è imbattuto in un uomo armato di due grossi coltelli da cucina e, nell’affrontarlo, la fondina si è rotta sempre nello stesso punto, ovvero il supporto che lega l’arma al cinturone, lasciando cadere per terra la pistola”, denuncia Stefano Paoloni, segretario generale del Sap. Che aggiunge:

“Lo abbiamo segnalato due settimane fa dopo l’omicidio dei due nostri colleghi a Trieste e siamo stati chiamati speculatori. Le criticità nelle nuove fondine che segnaliamo al Dipartimento da dicembre 2018 sono pura e cruda verità”. Il sindacato ha riferito l’episodio, avvenuto ieri. L’agente, in servizio al reparto prevenzione crimine di Firenze, è riuscito ad allontanare l’aggressore con lo sfollagente.

Condividi
  • 469
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    469
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.