E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione al 10° corso triennale (2020-2023) di seicentoventisei allievi Marescialli del ruolo ispettori dell’Arma dei carabinieri.

Dei seicentoventisei posti messi a concorso: centotrentuno sono riservati al coniuge e ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze armate, compresa l’Arma dei carabinieri, e delle Forze di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio; ai diplomati delle Scuole militari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica; agli assistiti dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell’Esercito italiano, dall’Istituto Andrea Doria per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina militare, dall’Opera nazionale per i figli degli aviatori e dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani
dei militari dell’Arma dei carabinieri.

  • I soggetti ammessi a partecipare sono:
    Militari dell’Arma dei Carabinieri (Sovrintendenti, Appuntati e Carabinieri anche in ruolo forestale) e allievi in possesso dei seguenti requisiti:
    idoneità al servizio militare incondizionato;
    diploma di maturità quinquennale (in caso di titolo estero richiedi equivalenza);
    età inferiore a 30 anni;
    non aver riportato nell’ultimo biennio sanzioni disciplinari più gravi della consegna;
    non aver riportato nell’ultimo biennio una qualifica inferiore a quelle indicate;
    non essere stati giudicati inidonei all’avanzamento al grado superiore;
    non essere stati condannati per delitti non colposi o imputati in procedimenti penali.

 

  • Cittadini italiani che abbiano i seguenti requisiti:
    tra i 17 e i 26 anni compiuti;
    pieno godimento dei diritti civili e politici;
    nessuna imputazioni per delitti non colposi o in procedimenti penali per lo stesso delitto, ovvero situazioni incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello status di Maresciallo;
    condotta incensurabile, fedeltà alla Costituzione Repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
    diploma di maturità quinquennale;
    non essere stati destituiti, dispensati, dichiarati decaduti o licenziati per i procedimenti indicati nel bando;
    non essere sottoposti a misure di prevenzione;
    per i candidati di sesso maschile, nessuna dichiarazione di obiezione di coscienza o ammissione a prestare servizio sostitutivo, tranne che per le eccezioni dichiarate.

L’ammissione al corso è subordinata al superamento delle prove e al possesso dell’idoneità psico-fisica e attitudinale. Le domande di partecipazione, le relative dichiarazioni e documentazioni, devono essere presentate online seguendo la procedura attiva sul sito www.carabinieri.it entro il 10 Novembre 2019.

Per inviare la domanda è necessario munirsi dei seguenti strumenti di identificazione:
credenziali SPID con livello di sicurezza 2;
idoneo lettore di smart-card per l’utilizzo della Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

La procedura di selezione prevede:
prova preliminare, un massimo di 100 quesiti a risposta multipla sulle materie indicate all’allegato D;
prove di efficienza fisica, le relative modalità e criteri sono indicati nell’allegato G;
accertamenti psico-fisici per l’idoneità;
prova scritta di italiano, le cui modalità sono stabilite nell’allegato D;
accertamenti attitudinali;
prova orale, un colloquio di massimo 30 minuti sugli argomenti tratti da 3 delle tesi indicate nell’allegato D;
prova facoltativa in lingua straniera, una prova scritta e orale nella lingua straniera scelta.

La prima prova avrà inizio a partire dal 18 Novembre 2019.

Il 10° corso triennale Allievi Maresciali inizierà nel mese di Ottobre 2020 presso la Scuola Marescialli e Brigadieri dell’Arma dei Carabinieri di Firenze e si svolgerà secondo le norme contenute del D.P.R. 15 Marzo 2010, n. 90.
Gli idonei al termine del secondo anno verranno nominati Marescialli.

PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.