Sequestrata dopo l’arrivo della Guardia di Finanza. Diventa un caso la decisione della nave «Eleonore» della Ong tedesca Mission Lifeline (che era stata raggiunta dal provvedimento del governo italiano di divieto di ingresso in acque territoriali italiane) di forzare il divieto e di fare rotta per Pozzallo dove potrebbe arrivare intorno a mezzogiorno con 101 migranti a bordo.

Una decisione che il comandante del battello Claus-Peter Reisch ha preso «dopo un violento temporale» nella notte a seguito del quale ha dichiarato lo stato di emergenza.
Ma appunto: una motovedetta delle fiamme gialle si è affiancata alla nave. I militari sono saliti a bordo per notificare il provvedimento amministrativo che sarà eseguito dopo lo sbarco.

Secondo Lifeline «la nave può comunque entrare in porto e le persone a bordo possono sbarcare». Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro dell’Interno Salvini: «Leggi e confini vanno rispettati. Se qualcuno pensa di fregarsene senza conseguenze ha sbagliato di grosso e ha sbagliato ministro: faccio e farò di tutto per difendere l’Italia».

Condividi
  • 272
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    272
    Shares
SOURCEansa.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.