«Assurdo che in Italia ci sia ancora la figura ottocentesca dei “senatori a vita”: persone nominate a piacere dal Presidente della Repubblica, per di più anche lui non scelto dal popolo, che rimangono parlamentari per il resto dei loro giorni. Fratelli d’Italia non si piega a questa vergogna, inspiegabilmente mantenuta anche nella recente riforma di taglio dei parlamentari, e continua la sua battaglia per abolire i senatori a vita dalla nostra Costituzione. Siete con noi?».

È il post che Giorgia Meloni ha scritto sulla sua pagina Facebook. E nel giro di pochissimo ci sono stati migliaia di like e commenti. «Via i senatori a vita e basta soldi agli eredi», scrive Piersaulle P mentre Wanda R, nel dichiararsi d’accordo, sceglie la strada dell’ironia: i senatori a vita?

«Sono anziani e non hanno bisogno di pensioni astronomiche per vivere». Adriano G non ha dubbi: «Basta regali . Non deve esistere più questa categoria ad honorem». E per Gianpiero P «vivono sulle spalle dei contribuenti ma in aula non ci sono quasi mai». Giulio M rincara la dose contro i senatori a vita: «La loro funzione? Piccola stampella per i governi del Presidente della Repubblica». In molti commenti si punta il dito contro Napolitano e Monti, tra i più criticati. E Fabio F aggiunge: «È un residuato della Costituzione che nel corso degli anni non ha più avuto motivazioni serie. Sarebbe proprio l’ora dì abolirli».

Condividi
  • 1.1K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1.1K
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.