Si tratta del tonno in scatola con olio di semi di girasole in confezione da 900 grammi del marchio Dia: il lotto di riferimento è 19/154 023 02587 con data di consumo consigliato del 31/12/2022. A lanciare l’allerta è stata l’Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare e Nutrizione (Aesan) e anche la società di distribuzione ha confermato, come riferisce El Paìs.

La scoperta della presenza di botulino nel tonno è arrivata dopo il ricovero in ospedale di quattro persone che avevano mangiato un’insalata russa fatta in casa con il tonno in questione. I medici hanno subito riconosciuto nei loro sintomi un’intossicazione da botulino.

I quattro sono stati curati e già dimessi dall’ospedale. La contaminazione sarebbe avvenuta durante la preparazione del prodotto. Le analisi condotte su alcune scatolette di quel lotto, fatte anche dalla stessa società interessata (l’azienda Frinsa del Noroeste), hanno confermato la presenza di tossina botulinica. Il marchio Distribuidora Internacional de Alimentación (DIA) ha chiesto ai clienti che hanno acquistato scatolette del lotto interessato di restituire il prodotto al rivenditore più vicino.

Il tonno contaminato potrebbe essere stato esportato in Europa quindi anche in Italia.

Condividi
  • 147
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    147
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.