L’episodio più grave contestato dalla procura di Siena è quello di un detenuto che sarebbe stato picchiato con pugni e calci in un corridoio e poi lasciato svenuto in una cella. Ma non si tratterebbe di un caso isolato. Nel carcere di San Gimignano, stando agli inquirenti, sarebbero avvenute anche altre violenze da parte di alcuni agenti penitenziari, almeno secondo la denuncia presentata da altri detenuti di quello stesso carcere.

Una vicenda che scuote il Corpo della polizia penitenziaria. Il pestaggio più grave risalirebbe a un anno fa, 11 ottobre 2018, ed è raccontato dal quotidiano La Repubblica. Vittima un detenuto tunisino di 31 anni, che doveva essere trasferito da una cella all’altra dello stesso penitenziario. Da lui si sarebbero presentati in 15 tra agenti e ispettori, lo avrebbero trascinato in un corridoio del reparto isolamento e poi picchiato, dopo avergli abbassato i pantaloni. Un’aggressione che sarebbe continuata anche quando il detenuto era finito a terra, come ha testimoniato un altro recluso dello stesso reparto che non solo avrebbe udito le urla, ma anche visto tutta la scena dallo spioncino; e che sarebbe stato a sua volta colpito da un guardia con un pugno . A sentire grida e minacce rivolte al tunisino (“Perché non te ne torni al tuo Paese?” ,”non ti muovere o ti strangolo”, “ti ammazzo”) anche altri reclusi, tutti della sezione alta sicurezza, destinata ai responsabili dei reati più gravi, che nella loro denuncia avrebbero riferito pure di altri abusi.

Oltre alla tortura, agli agenti vengono contestati i reati di minacce, lesioni aggravate e falso ideologico, ipotesi che si riferirebbero tutte al tentativo di insabbiare l’accaduto. Alle indagini della procura di Siena ha collaborato anche la polizia penitenziaria, come sottolinea il ministero della Giustizia nella nota con cui annuncia le “doverose valutazioni disciplinari” avviate su tutti gli agenti indagati dal Dap, che ha a sua volta sospeso i quattro già destinatari del provvedimento di interdizione da parte della magistratura.

SOURCEilfattoquotidiano.it
PSNEWS.IT ha iniziato la sua attività nel 2013. Siamo un gruppo di persone, blogger, poliziotti, uniti da una missione, quello di divulgare l’immagine delle forze dell’ordine e il suo impegno istituzionale in Italia e all’estero, attraverso notizie, video, comunicati sindacali.