Il governo di Madrid offrirà una soluzione a Open Arms “nelle prossime ore”: lo ha detto la ministra della Difesa spagnola, Margarita Robles, secondo quanto riporta il quotidiano La Vanguardia. Robles ha sottolineato che si tratta di una situazione di “emergenza umanitaria” e che la Spagna “non guarderà dall’altra parte come sta facendo il ministro Matteo Salvini”.

E nove naufraghi si sono lanciati in mare dalla nave Ong. Poi sono stati tutti recuperati dalla guardia costiera i migranti che tentavano di raggiungere la costa a nuoto.

Il fondatore Oscar Camps accusa: “La situazione comincia ad assomigliare a quella di un centro di detenzione libico”. Domenica altri quattro migranti si erano gettati in acqua e sono stati recuperati dai volontari della ong.

Dopo il rifiuto della ong a muoversi per raggiungere il porto delle Baleari messo a disposizione dal governo spagnolo per l’impossibilità di affrontare il mare in queste condizioni, si attende di conoscere il piano del governo che ha offerto di accompagnare i migranti con una nave della Guardia Costiera.

Il ministro Toninelli ieri ha dettato una condizione che difficilmente il governo spagnolo accetterà: togliere prima la bandiera alla Open Arms per poi vedere arrivare i 98 migranti rimasti a bordo su una nave della Guardia Costiera. Una condizione, quella posta da Toninelli, che di fatto fa segnare un nuovo stop nella trattativa per sbloccare la vicenda.

Condividi
  • 296
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    296
    Shares
SOURCEansa.it
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.