Caos all’ospedale San giovanni Bosco di Napoli, struttura già messa in risalto dalla cronaca per il caso formiche, ma i problemi sembrano all’ordine del giorno.

Lunedì sera infatti al pronto soccorso mancavano i chirurghi che affiancano normalmente i due medici internisti. Paralisi totale con decine di ammalati da assistere, una situazione che ha spinto il personale del pronto soccorso a chiamare la polizia per denunciare l’accaduto.

Nessun chirurgo, ad orario di smonto del pomeriggio, era presente per dare il cambio ai colleghi. Alle ore 20.00 i medici hanno fronteggiato il sovraffollamento che, come riportato, aumentava sempre di più. La gestione delle visite e dei pazienti traumatizzati è diventata una vera complicazione e l’unica soluzione è stata quella di chiedere aiuto alla polizia di Stato.

La polizia, giunta con una volante al presidio in Via Briganti, ha da subito constatato la gravità della situazione: sovraffollamento dei reparti e l’assenza dei chirurghi. L’emergenza è stata fermata attraverso il trasferimento di un camice in bianco del reparto di chirurgia, almeno per quella notte. Il problema, però, sembra non risolto.

Condividi
  • 78
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    78
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.