Il cantautore non accetta la situazione, si oppone con forza alla precaria situazione che lo coinvolge. Tra due giorni le forze dell’ordine mi butteranno fuori di casa, ma io non possiedo altre case, dove vado? Mi hanno detto di sgomberare, ma cosa sgombero? Questa casa mi appartiene.

Non sono sfrattato a causa dei debiti precisa il cantautore. Mi sono ritrovato nel 2015 con un’enorme quantità di tasse non pagate, questo per colpa di un commercialista truffaldino ha gestito malamente la mia situazione finanziaria. Tutti i miei compensi che ho preso, fino all’ultimo euro li ho dovuti versare all’agenzia delle entrate e non ho ancora saldato il debito. Più lavoro e più riesco a ottemperare a questa cosa”.

Un provvedimento immorale, bisogna essere vuoti di cervello e di cuore. Come si può attaccare alla legge quando è sbagliata? Perché lo Stato mi deve uccidere?

Condividi
  • 615
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    615
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.