L’annuncio di Google relativo alla sospensione del supporto ai servizi Google Play Store per i prodotti Huawei sta sollevando decine di domande fra i consumatori. Prima fra tutta, coloro che posseggono già uno smartphone dell’azienda cinese chiedono se potranno ancora aggiornarlo, o se dovranno fare a meno di tutti i servizi di Google.

Huawei ha appena diffuso una nota ufficiale in cui puntualizza che gli smartphone già in commercio continueranno a funzionare regolarmente e sarà garantita l’assistenza post vendita.

La nota fa il paio con quanto già dichiarato da Google, che aveva appunto confermato il fatto che il Play Store e i servizi di sicurezza Play Protect continueranno a funzionare sui dispositivi Huawei già in commercio.

In sostanza, per chi ha già uno smartphone Huawei non cambia nulla: gli aggiornamenti del sistema operativo continueranno ad essere disponibile, è sarà possibile continuare a fruire dei servizi di Google, come se niente fosse successo.

Non è da escludere che in sostituzione di Android possa arrivare un nuovo sistema operativo destinato a smartphone e tablet, una piattaforma proprietaria già protagonista di alcuni rumor nei mesi scorsi.

Mentre in Europa non è andata esattamente come sperava Trump, per quanto non tutti i Paesi abbiamo preso la decisione definitiva. In molti casi, come in Italia, Huawei è un operatore di primo piano. Idem anche la Francia, la nostra prospettiva non è bloccare Huawei o altre società, ma preservare la nostra sicurezza nazionale e la sovranità europea», ha aggiunto Macron. Via libera anche in Germania. La cancelliera tedesca Angela Merkel ed il premier olandese non intendono seguire il divieto degli Usa. Indecisioni ancora in Inghilterra.

Condividi
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    52
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.