Pasquale Casertano, Carabiniere in servizio presso la Caserma di Cagnano Varano, è stato operato dopo la sparatoria che causato la morte del maresciallo Vincenzo Carlo Di Gennaro. L’intervento è terminato nella tarda pomeriggio di ieri, domenica 14 aprile.

A dare notizia dell’intervento l’Arma. L’uomo era stato ricoverato presso il reparto di Chirurgia Addominale presso l’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo.

L’operazione è stata necessaria onde evitare ulteriori problemi di salute consentendo, di fatto, l’estrazione del proiettile che ha colpito Casertano. Per sciogliere la prognosi servirà ancora qualche giorno. Attualmente è stato trasferito in terapia intensiva: starà 48 ore in osservazione. A fargli visita è stato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

«L’ho trovato in buone condizioni. È fuori pericolo, si trova in una struttura di eccellenza». Ha poi detto il premier Giuseppe Conte dopo la visita al carabiniere. «Fortunatamente – ha aggiunto – sarà affidato alle cure professionali di chi ha molta sensibilità umana perché li conosco personalmente essendo cresciuto a San Giovanni Rotondo. Riuscirà a recuperare prontamente. Per come si sono svolti i fatti siamo davvero molto lieti di avergli potuto parlare e l’ho trovato in discrete condizioni».

Condividi
  • 592
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    592
    Shares
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.