Mar Jonio, la nave della ong Mediterranea Saving Humans che è tornata in mare per soccorrere i barconi in arrivo dalla Libia. Partita questa mattina da Lampedusa è diretta nella zona Search and Rescue libica. Salvini invita le autorità a vigilare affinché “il comandante e la proprietà della Nave Mare Jonio – si legge nella direttiva emanata ieri dal Viminale – si attengano alle vigenti normative nazionali ed internazionali in materia di coordinamento delle attività di soccorso in mare e di idoneità tecnica dei mezzi impiegati per la citata attività;

rispettino le prerogative di coordinamento delle Autorità straniere legittimamente titolate ai sensi della vigente normativa internazionale al coordinamento delle operazioni di soccorso in mare nelle proprie acque di responsabilità dichiarate e non contestate dai paesi costieri limitrofi; non reiterino condotte in contrasto con la vigente normativa nazionale ed internazionale in materia di soccorso in mare, di immigrazione, nonché con le istruzioni di coordinamento delle competenti Autorità”.

“Le Autorità militari e di polizia destinatarie del presente atto ne cureranno l’esecuzione, a partire da ogni possibile forma di notificazione ed intimazione agli interessati, e la stretta osservanza”, conclude Salvini.

E se la Mare Jonio nei prossimi giorni dovesse effettuare un nuovo intervento di soccorso, faremo come l’ultima volta: noi rispettiamo le Convenzioni internazionali e bisogna dare un porto sicuro ai salvati. La Libia non lo è”.

Condividi
  • 198
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    198
    Shares