«A partire da giugno» le forze dell’ordine «avranno la pistola elettrica». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, partecipando alla convention della Lega del Lazio. Dopo l’omicidio del carabiniere, sembrano inasprirsi le posizioni del governo sulla sicurezza.

Anche il vicepremier Luigi Di Maio ha parlato dell’urgenza di provvedimenti concreti, dichiarazioni che hanno sollevato i commenti positivi di Salvini: «Ho letto che Di Maio ha proposto di dare più potere alle forze dell’ordine. Ma non era il M5s che voleva mettere il numeretto sul casco dei poliziotti?», ha ironizzato. «Cambiare idea è sintomo di intelligenza… bene, vuol dire che stare con la Lega porta saggezza».

In realtà già dal 5 settembre le forze dell’ordine di dieci città Italiane – tra le quali Milano, Torino, Bologna, Firenze, Palermo e Catania – hanno avviato una sperimentazione sull’uso della pistola elettrica, il cosiddetto taser, un’arma che attraverso scariche di elettricità è in grado di paralizzare i movimenti dei sospetti.

Condividi
  • 954
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    954
    Shares
SOURCEILCORRIERE.IT
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.