Shaban Caca attualmente a Tirana in Albania suo paese natale, è stato espulso dall’Italia lo scorso 20 dicembre perchè ritenuto un potenziale terrorista.

Prima dell’espulsione Caca viveva a Padova, lontano dai fatti di cronaca, ma attivissimo sui social. In particolare su facebook tanto da attirare l’attenzione della Digos. Sul suo profilo facebook infatti spiccavano in bella vista contenuti inneggiati alla jihad (la guerra santa islamica), all’Isis e all’odio razziale e religioso. Post antisemiti, contro il Natale e le feste cristiane, contro lo stile di vita occidentale.

Per questi motivi l’uomo Albanese veniva espulso dal territorio nazione il 20 dicembre 2018, come potenziale terrorista molto pericoloso.
Ma la vicenda non si conclude con l’espulsione, Caca infatti da Tirana presenta ricorso all’espulsione, si dichiara innocente a tutte le accuse. Evidentemente lo stile di vita occidentale gli piaceva. Ma due mesi dopo l’espulsione arriva il verdetto dal giudice di pace.

Ricorso rigettato, Caca non potrà tornare a Padova, individuo troppo pericoloso, inequivocabili i messaggi lanciati sui social, pericolose anche le sue amicizie. Caca intanto continua con le sue proteste social. «Mi sento un perseguitato e non ho colpe»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  • 396
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    396
    Shares
Adelio Gentile
Webmaster - Blogger - Web Editor. Esperto CMS Open Source Word Press, Joomla, SEO Manager Search Engine Optimization e Search Engine Marketing. E-mail: info.topscreen@gmail.com