Rimini: ore 22:00 – Arriva la chiamata di soccorso alla questura, una donna 47enne originaria di Foggia chiede aiuto alla polizia. Correte il mio ex marito vuole uccidermi.

Dalla questura le raccomandazioni di restare dentro casa e di non aprire a nessuno. Immediato l’intervento dei poliziotti dove trovavano l’uomo un 42enne marocchino in forte stato di agitazione, urlando improperi e minacce di morte, iniziava a scalciare l’infisso e a prenderlo a spallate per entrare in casa.

Frasi di minacce anche contro gli agenti Che cazzo volete voi, questa è mia moglie e io le faccio quello che voglio”. Una volta immobilizzato l’uomo veniva accompagnato in questura, dichiarato in stato di arresto per minaccia grave e resistenza a pubblico ufficiale, condannato per direttissima alla pena di 7 mesi e 10 giorni di reclusione.

Successivamente trasferito presso un centro per il rimpatrio, in attesa del suo definitivo allontanamento dal territorio nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  • 897
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    897
    Shares