Si chiama REVENGE PORN che letteralmente significa “vendetta pornografica” Una legge attiva negli Stati Uniti, dove chi pubblica video hot privati rischia fino a 18 anni di carcere.

Anche in Italia potrebbe diventare presto reato pubblicare video privati. Se dovesse passare la proposta di legge, depositata al Senato dal partito M5S si rischierebbe fino a 5 anni di carcere e una multa da 927 a 2mila euro”.

La legge non andrebbe a punire solo chi pubblica video privati, ma anche chi li diffonde attraverso i social. In questo caso i colpevoli di diffusione rischierebbero la metà della pena.

Insomma questa legge se approvata potrebbe quindi punire i responsabili di casi come quello accaduto a Tiziana Cantone, la donna che, il 13 settembre 2016, si tolse la vita dopo aver chiesto che un suo video hard, girato dall’allora fidanzato, venisse rimosso dal web.

Favorevole all’approvazione anche la Boldrini: Serve una legge contro questa barbarie.

Condividi
  • 142
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    142
    Shares
Adelio Gentile
Webmaster - Blogger - Web Editor. Esperto CMS Open Source Word Press, Joomla, SEO Manager Search Engine Optimization e Search Engine Marketing. E-mail: info.topscreen@gmail.com