È stato fermato dalla polizia di Lucca, con l’accusa di tentato omicidio, un ragazzo di 20 anni di origine marocchina, che la sera di mercoledì 6 febbraio ha aggredito e ferito gravemente alla testa un poliziotto delle squadre volanti del commissariato di Viareggio durante un controllo antidroga.

La sera dell’aggressione il fermato, Mustapha Rami, irregolare sul territorio nazionale, senza fissa dimora e con precedenti penali, stava spacciando nella pineta viareggina insieme ad altri connazionali. Scoperto dall’agente, il ventenne ha impugnato una grossa pietra o un mattone, e ha colpito il giovane poliziotto. Trasportato in ospedale con una trauma cranico, una forte emorragia e una grave frattura dell’osso frontale, l’agente è stato dichiarato fuori pericolo solo da poche ore.

L’uomo, fermato dagli investigatori del commissariato e della squadra mobile di Viareggio, ora è stato trasferito in carcere in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nei prossimi giorni al Tribunale di Lucca. Sul caso era intervenuto anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini che aveva esrpresso vicinanza “al poliziotto ferito”.

Condividi
  • 426
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    426
    Shares
SOURCEREPUBBLICA.IT
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.