Sfruttando un gruppo whatsapp in maniera coordinata segnalavano posti di blocco, nonchè la presenza di autovelox, finiscono così denunciati 62 membri di un gruppo  ben organizzato con lo scopo di allertare gli iscritti su eventuali posti di blocco nella provincia di Agrigento.

L’inchiesta è partita casualmente dopo il ritrovamento di un telefono cellulare di uno degli iscritti al gruppo.  La maggior parte, fanno sapere gli investigatori, hanno un’età compresa fra i 30 e 40 anni.

Ora dovranno rispondere del reato di INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
PSnews
Sostenitori della Polizia di stato pagina dedicata alla POLIZIA DI STATO. Questo mezzo nasce per divulgare l'immagine e il suo impegno istituzionale in Italia e all'estero.